Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Talami di Orsogna, quest’anno un concorso per scegliere i bozzetti della tradizionale sfilata dei quadri biblici viventi

| di Francesca Stefano
| Categoria: Curiosità e varie
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

ORSOGNA – La prossima edizione dei Talami di Orsogna quest’anno si arricchisce di una novità aperta a tutti gli artisti che vogliono partecipare e rendere ancora più particolare quella che è la tradizionale sfilata dei quadri biblici viventi del martedì dopo Pasqua, ripetuta anche nella sera del Ferragosto.  

Tradizione, per una manifestazione a cui sono legati i cittadini, ma anche innovazione aprendo così ai tanti che vorranno esserne in parte protagonisti. L’idea è venuta dall’Amministrazione Comunale ed in collaborazione con l’Associazione culturale Talami Orsogna per la prossima edizione del 18 aprile 2017.

Il concorso “Un bozzetto per i Talami di Orsogna” punta a coinvolgere gli artisti non solo italiani ma anche internazionali, portando così anche al di fuori del territorio una tradizione viva che nel 2011 ha anche ricevuto il riconoscimento di Patrimonio d’Italia. Il bando, il regolamento e il modulo di iscrizione sono stati stilati dal Comitato Tecnico Scientifico, che svolge una funzione di supporto all'organizzazione della manifestazione e al recupero della tradizione, e sono già disponibili sul sito Internet www.comune.orsogna.chieti.it.

Gli artisti potranno consegnare le proposte entro le ore 12 del 30 novembre 2016 secondo le modalità indicate nel bando, la commissione che esaminerà le opere premierà sei bozzetti, uno per ciascun Talamo da realizzare, con 300 euro più un rimborso spese di 150 euro per la realizzazione. Al secondo e terzo classificato sarà offerto un riconoscimento.

Il tema conduttore dei Talami 2017 sarà "Come manna dal cielo. Il significato del cibo nella Bibbia" ma ogni talamo avrà un tema specifico in relazione alle singole scene che verranno rappresentate:

  • 1° Talamo "I doni del Signore. La gioia del vino, la santità del pane" (Li 'mburze, via Borgo Romano);
  • 2° Talamo "Fidatevi del Signore Dio vostro e non vi mancherà mai il cibo - La manna nel deserto" (Quarte de la ville, corso Umberto I);
  • 3° Talamo "Dio mantiene sempre le sue promesse - Elia e la vedova di Sarepta" (Quarte de la ville, via Adriatico);
  • 4° Talamo "Il Signore dona le primizie della terra - Il banchetto degli sposi" - (Quarte a bballe, piazza Martiri civili);
  • 5° Talamo "Il primo miracolo di Cristo: l'acqua tramutata in vino - Le nozze di Cana Giovanni" (Quarte a mmonte, viale Raffaele Paolucci);
  • 6° Talamo "La fiducia in Dio - In ogni luogo i frutti arriveranno" (Quarte a bballe, via Trento e Trieste);
  • Il 7° Talamo portato a spalla, fuori concorso, ha come argomento: "Il Signore pensa anche alle esigenze del corpo - Gesù cuoce il pesce per i suoi discepoli sul lago di Tiberiade" (Quarte de San Giuuanne, Belvedere).

 

 

Francesca Stefano

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK