Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Roma celebra Ettore Troilo e la Brigata Majella

Una targa ed un libro in ricordo del capitano abruzzese

| di Simone Cortese
| Categoria: Curiosità e varie | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

LANCIANO - Ettore Troilo, eroico capitano della Brigata Majella, verrà ricordato domani pomeriggio, martedì 19 maggio a Roma, dove a partire dalle ore 15.00, sarà intitolato in suo nome il giardino di Piazza della Libertà nel quartiere Prati.

È stato lo stesso sindaco capitolino Ignazio Marino a confermare attraverso un messaggio inviato al presidente della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, la volontà di concedere questo importante riconoscimento nei confronti di Troilo e della celebre Brigata Majella: unica formazione partigiana insignita della medaglia d'oro durante la Resistenza contro il nazifascismo e attiva nelle montagne d’Abruzzo dal dicembre 1943 fino al maggio 1945.

Sempre nella capitale, alle ore 17.00, presso la sala “Pietro da Cortona” dei Musei Capitolini, nei pressi di Piazza del Campidoglio, verrà presentato il libro: "Ettore Troilo, Brigata Maiella e nascita della Repubblica" curato dal professor Nicola Mattoscio e pubblicato dalla casa editrice Menabò in collaborazione con la Fondazione Pescarabruzzo.

Questi due importanti riconoscimenti arrivano proprio durante il 70° anniversario della Liberazione, evento storico di cui il capitano originario di Torricella Peligna, fu uno dei protagonisti più importanti.

Egli infatti grazie al suo straordinario carisma riuscì a cavallo tra la fine del 1943 e gli inizi del ’44 a raggruppare numerosi partigiani in una banda armata che prima con il nome di Patrioti e poi con quello di Brigata Majella ebbe un ruolo di primo piano nel corso della lotta di liberazione dell'Italia, combattendo al fianco delle truppe alleate dall'Abruzzo fino al Veneto. A Troilo e ai suoi sono intitolate nella nostra città due strade del quartiere Cappuccini, rione questo da sempre legato alla memoria degli Eroi Ottobrini e della Seconda Guerra Mondiale.

 

Simone Cortese

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK