Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Lanciano Calcio, ex amministratore unico condannato per evasione fiscale

| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Tutti i tifosi del Lanciano certamente ricordano con grande dispiacere e amarezza quello che avvenne nel 2016, quando la squadra dovette subire dei punti di penalizzazione che portarono poi alla retrocessione in Serie C. Tutta colpa del fatto che non fu pagata l’Iva dalla proprietà di quel periodo e i controlli della Covisoc furono puntuali e impietosi.

La condanna per Di Menno Di Bucchianico

Ebbene, proprio in merito a quel fatto, sono arrivate delle notizie piuttosto importanti. Infatti, Claude Alain Di Menno Di Bucchianico, cinquantunenne, nonché amministratore unico della società rossonera in quel periodo, è stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione. La condanna è arrivata proprio per il fatto legato all’omissione dei versamenti dell’Iva e delle varie ritenute d’imposta, per un ammontare che aveva superato i 3 milioni e 600 mila euro, con grave danno ovviamente per le casse dell’Agenzia delle Entrate.

Non è finita qui, dal momento che il giudice Andrea Belli, ha disposto altre misure importanti all’interno del rito abbreviato che si è svolto lo scorso 14 maggio nel Tribunale di Lanciano, in provincia di Chieti. Infatti, Di Menno Di Bucchianico ha subito una condanna pure alle pene accessorie: nel momento in cui la sentenza sarà passata in giudicato, dovrà subire quindi l’operazione di confisca di tutti i beni intesti e cointestati, che al momento risultano nella piena disponibilità della società calcistica, con il chiaro intento di riuscire a recuperare l’intero debito con l’Agenzia delle Entrate.

Secondo quanto è emerso dagli atti, l’ex amministratore unico del Lanciano Calcio aveva evitato di versare l’Iva e le ritenute d’imposta legate al triennio dal 2014 al 2016.

La grande stagione del Lanciano

E il Lanciano, intanto, ha realizzato un triplete esattamente come quello dell’Inter: la squadra nerazzurra, intanto, si appresta a consolidare il suo piazzamento in Champions League e se volete puntare sulla compagine guidata da Spalletti, basta dare un’occhiata a una raccolta di sistemi scommesse da consultare prima di giocare.

Chiaramente, si tratta di un triplete che ne ricalca solo la forma, dato che nella sostanza i trofei sono “leggermente” differenti. Una bella soddisfazione in ogni caso per una società che è stata costretta a risorgere dalle proprie ceneri. Ed effettivamente, non c’era proprio miglior modo di festeggiare il centesimo anno di storia calcistica rossonera se non con una stagione pazzesca, che è continuata alla grande dopo la dominante vittoria nel campionato di Prima Categoria.

In due anni sono addirittura quattro i trofei messi in bacheca, con un ruolino di marcia offensivo impressionante, frutto di 252 goal. Il Lanciano ha messo le mani sul Campionato, sulla Coppa e perfino sulla Supercoppa – Trofeo “Nello Mancini”. La finale di quest’ultimo trofeo, infatti, è stata disputata contro l’altra grande dominatrice della Promozione, ovvero l’Angizia Luco.

Una partita che si è giocata su ritmi veramente molto intensi e che definire spettacolare è forse limitativo. Il Lanciano vola letteralmente nel primo tempo e, dopo pochi minuti nella ripresa, sigla il 3-0 che sembra chiudere i giochi. Eppure, non bisogna mai sottovalutare lo spirito di rivalsa di un avversario come l’Angizia Luco, che riesce a segnare due reti, ma non a completare una rimonta che sarebbe stata storica.

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK