Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Virtus Lanciano a bocca asciutta, altra sconfitta a Perugia

I rossoneri perdono 2 a 0

| di Giampiero Cancelli
| Categoria: Sport | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
Perugia - Virtus Lanciano

 

Ieri pomeriggio la Virtus Lanciano era di scena al “Curi” di Perugia da dove ha riportato la 6a sconfitta in campionato. La gara valida per la 12a giornata di andata è stata arbitrata dal Signor Rapuano coadiuvato da Borzomì e Lanza, 4° uomo Pagliardini.

D'Aversa prova Marilungo per la prima volta schierato dall'inizio, mentre in porta non c'è Aridità sostituito da Casadei per infortunio.

PRIMO TEMPO: è il Lanciano a battere il calcio di inizio. Da come si muovono i rossoneri la gara sembra mettersi sulla strada giusta infatti è Mammarella a provare il cross verso l'area avversaria poi respinto dall'ex Del Prete in fallo laterale. Poco dopo rispondono i padroni di casa sempre con Del Prete che tenta un cross dalla corsia di destra bloccato da Amenta. Al minuto 6° agli ospiti viene negato in ben due occasioni il goal del vantaggio dall'estremo difensore Rosati, prima con Di Ceco e poi con Marilungo. Minuto 16° è ancora la Virtus Lanciano a creare occasione da goal con cross velenoso dalla destra da parte di Pucino verso Marilungo che appoggia per Piccolo che non trova l'aggancio. Ma la partita inizia a prendere la piega sbagliata per i rossoneri al minuto 32° quando i padroni di casa passano in vantaggio proprio con l'ex di turno Del Prete che sfrutta un pasticcio difensivo di Aquilanti e non perdona Casadei e porta in vantaggio il Perugia e si va a riposo sul risultato di 1 a 0.

SECONDO TEMPO: sono i padroni di casa a gestire il primo pallone ma pochi istanti dopo il fischio di inizio ripresa Mammarella commette fallo su Della Rocca. Dopo la punizione è sempre la Virtus a farsi vedere con Zè Eduardo che lanciato a rete viene chiuso da Comotto. Quando siamo al 10° della ripresa è ancora Del Prete che prova il cross ma stavolta Aquilanti è attento e allontana il pericolo. Al minuto 18° la Virtus è a un passo dal pareggio con Piccolo liberato da Paghera dritto verso l'estremo difensore perugino manda di poco fuori. Il Perugia mette in cassaforte la partita esattamente al 20° con Fabinha che raddoppia. Intanto primo cambio della gara: D'Aversa mette Vastola e toglie Zè Eduardo. Poco prima del cambio Mammarella effettua un cross basso ed insidioso ma Volta anticipa tutti sul primo palo della porta perugina e allontana la palla, ed  allora quando siamo giunti al 66° minuto di gioco D'Aversa prova a inserire Lanini per Ferrari ed anche Bisoli effettua il primo cambio entra Spinazzola per Della Rocca. Al minuto 70° di gioco è Marilungo su un cross perfetto di Piccolo che grazia Rosati. Intanto gli ospiti effettuano l'ultimo ambio a disposizione esce proprio Marilungo che ad avviso di chi scrive ha disputato un ottima gara dando un pizzico di imprevedibilità e fluidità al gioco rossonero. Intanto esce anche l'autore del doppio vantaggio perugino Fabinho per Carmine. Da sottolineare in finale di partita un goal annullato a Vastola per un presunto fallo sul giocatore perugino Comotto. Il verdetto del campo vede una Virtus sempre più in crisi nonostante provi a stare in partita ed un Perugia che si porta a quota 15 punti e può respirare un pochino prima della gara di sabato ad Ascoli.

Giampiero Cancelli

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK