Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Sicurezza sul lavoro? È una precauzione quotidiana

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Cosa vuol dire sicurezza in azienda e sul luogo di lavoro? Di fronte a una domanda come questa il pensiero corre subito ad allarmi, sorveglianza video o da parte di addetti o, se si opera nel campo informatico o in settori affini, a sistemi di protezione digitale non solo delle proprie infrastrutture ma anche e soprattutto dei dati da esse contenuti. Difficilmente si tiene in considerazione, invece, che ogni giorno si fanno i conti con strumenti per la sicurezza ed il magazzino che devono poter assicurare l’incolumità delle persone che lavorano in azienda, delle attività che si svolgono al suo interno, delle materie prime, del prodotto finito e via di questo passo. Sicurezza, insomma, è un’espressione vaga, senza che questo significhi che il grande tema della sicurezza sul posto del lavoro debba – o possa – essere preso sottogamba.

Tutto quello che c’è da sapere e come assicurarsi la sicurezza sul lavoro

Proprio a proposito, è indispensabile citare almeno le norme per la sicurezza sul lavoro: sono norme spesso articolate, diverse a seconda dei settori di riferimento e soggette a numerose variazioni nel corso del tempo ma con i comune la ratio di proteggere il lavoratore (e la sua incolumità!) a trecentosessanta gradi. Per fare due esempi semplici e di senso oltremodo comune, chi lavora in cantiere sa benissimo di dover indossare sempre caschetto anti-infortunistica e scarpe da lavoro, così come ai medici sono richieste precauzioni in più riguardo alle vaccinazioni per esempio. Quello che non è detto che tutti sappiano, invece, è che alcune norme sulla materia hanno previsioni ben precise anche sulle sedie da utilizzare in ufficio, per chi svolga un lavoro da video-terminale per diverse ore consecutive.

Proprio quest’ultimo esempio riesce meglio a spiegare come e perché la sicurezza sul luogo di lavoro è materia molto più quotidiana di quanto si possa immaginare. Per fortuna ci sono strumenti e applicativi che aiutano a prendersene cura a dovere. Basti pensare alla macchinetta da usare alle casse per verificare la bontà delle banconote: per molti dettaglianti si tratta di un vero ausilio nel prevenire truffe e raggiri con i contanti. Lo stesso vale per i tagliandi anti-taccheggio, sempre per restare nella prospettiva di soluzioni assolutamente comuni, a portata di mano e sfruttabili in molte situazioni diverse, così come per le casse con chiusura automatica o i conta-monete. Videocamere a circuito interno o piccoli sistemi ad allarme possono indicare, invece, l’entrata o l’uscita di clienti o altro personale. E in caso di bisogno si potrebbe optare per sistemi a badge e di chiusura elettronica per limitare l’accesso ad alcune zone dell’edificio. Anche se si intende sicurezza come incolumità di chi frequenta gli spazi di lavoro, la materia è oltremodo vasta: ci si potrebbe dover dotare di divise e accessori ad hoc, così come di cuffie od occhiali speciali per le lavorazioni a rischio e, più in generale, di segnaletica adeguata ai diversi spazi e ai pericoli che presentano o di materiale isolante, barriere e protezioni nel caso in cui si tratti di cantieri o di aree di facile accesso e ancora di mezzi ad hoc.

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK