Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come si scelgono dei buoni attrezzi: trucchi per selezionare quelli giusti

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

C’è un detto popolare che dice che un buon artigiano si distingue per gli attrezzi che utilizza. Ovviamente è solo un detto, ma tuttavia c’è qualcosa di vero: chi ci tiene a fare un buon lavoro sicuramente usa utensili di qualità. Questi possono non solo garantire massime prestazioni, ma anche tutelare la sicurezza di chi li usa e permettere di ottimizzare i tempi (per gli artigiani una cosa preziosa!).

Per un lavoratore che utilizza quotidianamente degli attrezzi, questi sono un po’ la sua bacchetta magica: senza non può stare e li conosce in ogni dettaglio, essendo quasi un prolungamento di sé. Ogni giorno l’artigiano utilizza i suoi attrezzi e non di rado ne è anche un po’ geloso anche perché, come detto, sicuramente sono di alta qualità e hanno avuto anche un certo costo.

Questo ovviamente non significa che un buon utensile si distingua solo per il prezzo, anche perché adesso vedremo come si può distinguere un buon attrezzo. Per andare sul sicuro comunque è bene innanzitutto non valutare la scelta solo sul costo e in secondo luogo acquistarlo in un negozio di ferramenta online o fisico di fiducia.

La tua ferramenta può essere online o in centro città, come Galvagni che ha un punto vendita e anche un e-commerce, che è GalvagniStore.it; quello che conta è che ti proponga i migliori brand, cosicché tu possa affidarti ad essa in tranquillità. Questo vale non solo per gli attrezzi da lavoro, ma anche tutti gli altri di uso comune come gli utensili per la casa o per il giardino.

Come si riconosce un buon prodotto: i materiali

Il materiale che viene utilizzato per fare un utensile è una delle cose più importanti per definirne la qualità. I materiali di attrezzi di qualità sono solidi e resistenti e, nell’era moderna, spesso anche contemporaneamente leggeri. In questo modo si possono utilizzare più facilmente seppur sempre in tutta sicurezza. Un materiale resistente e solido garantisce anche la sicurezza del lavoratore visto che un utensile che si spezza improvvisamente non si sa mai dove e come possa colpire.

Un prodotto valido sembrerà ancora nuovo per lungo tempo, senza mostrare particolari segni d’usura. È anche importante sottolineare che gli articoli di alto livello e professionali di solito vengono prodotti con particolare attenzione anche nel non usare sostanze nocive in particolare dove vanno tenuti con la mano. Acquistare un attrezzo di un buon materiale è possibile anche in una ferramenta on line, nelle descrizioni dei prodotti, infatti, non manca mai indicazione sul materiale.

Finiture e dettagli

Un attrezzo di alta qualità non è solo costituito da un buon materiale, ma è curato e dettagliato anche nella forma e nella struttura. Le piccole rifiniture sono quelle che possono fare la differenza, anche se possono sembrare secondarie e lo si vede quando meno ci si aspetta. Il dettaglio (un piccolo gradino, un centimetro più di presa o altro), infatti, si vede che può portare un grande vantaggio: può fare meno danni se sfugge o garantire un lavoro migliore.

Nella maggior parte dei casi le rifiniture hanno l’obiettivo di evitare di farsi male e per questo sono importanti e non vanno trascurate, anche se sono extra ai requisiti di legge. Ci sono prodotti low cost che rispettano le norme tecniche, ma non sono assolutamente catalogabili come articoli sicuri e di qualità: bisogna fare attenzione.

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK