Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Polemica sui rifiuti Rieco-Ecolan. Il sindaco Pupillo e l'assessore Caporale intervengono per precisare i dati sui costi

| di Francesca Stefano
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

LANCIANO – Un botta e risposta in questi ultimi giorni tra le aziende di gestione dei rifiuti Rieco ed Ecolan, per quanto riguarda i costi di gestione del servizio e in base alle dichiarazioni che si sono susseguite dopo i dati riferiti dall’una e dall’altra.  

Questa mattina nel corso di una conferenza stampa indetta proprio per l’occasione, il sindaco Mario Pupillo, il vice sindaco Pino Valente e l’Assessore all'ambiente Davide Caporale alla presenza del presidente Ecolan Massimo Ranieri sono intervenuti per precisare come gli ultimi dati rilasciati dall’azienda Rieco anche sul quotidiano “Il Centro” sarebbero inesatti.

Il comune ha scelto di affidare il servizio di igiene urbana all’azienda Ecolan già dal dicembre 2015, “Dopo che l’argomento è stato superato e ribadito – il commento di Pupillo in riferimento alla scelta fatta da tempo – stiamo rispondendo alle valutazioni che ha fatto la Rieco per quanto riguarda i costi della gestione Ecolan”.

Chiamati in causa, è emersa la necessità di precisare alcuni numeri con le carte alla mano, nello specifico è l’Assessore Caporale ad entrare nel merito della questione sostenendo come l’Amministrazione abbia fatto una scelta consapevole con dati che continuano a soddisfare non solo i conti comunali ma anche i cittadini che esprimono pareri positivi sul servizio.

Come riportato dalle fatture, Caporale spiega che “La spesa intesa di costi di servizio di igiene urbana e smaltimento, a gennaio 2015 nel periodo di affidamento Rieco è stata di 296.101 mila euro a fronte di una spesa a gennaio 2016 con Ecolan di 266 mila euro” sostenendo così che il servizio Ecolan sia risultato vantaggioso visto che dal confronto con l’anno precedente ci sarebbero circa 30 mila euro in meno di spesa.

Proprio su questi dati si era infatti sollevata la polemica, secondo l’assessore Caporale, da quanto riportato nelle fatture, la Rieco avrebbe omesso una parte nel computo delle spese considerando solo i costi di servizio di igiene urbana e omettendo quelli di gestione della discarica.

L’ Assessore aggiunge inoltre che “Nel corso della gestione Rieco sono state fatte delle contestazioni alla società sulla gestione, ci sono delle delibere e delle sanzioni", sottolineando i solleciti nei confronti dell’azienda su alcune problematiche che riguardano il lavoro e i servizi, a cui si aggiunge anche il contenzioso per i mezzi pubblici restituiti in pessime condizioni. "Nel luglio 2015 il sindaco e il dirigente dell'ambiente hanno anche scritto una lettera alla società Rieco, che è in loro possesso, e in cui abbiamo portato a conoscenza tutto ciò che si è verificato in quella gestione". 

 

Francesca Stefano

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK