Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Bocciati i frettolosi nel lavaggio delle mani, a dirlo è la “Bocca della Verità”

Centinaia le persone che hanno partecipato all’iniziativa sulla corretta igiene delle mani negli ospedali della provincia

| di Francesca Stefano
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

LANCIANO - È bastato mettere le mani nella bocca della verità per capire come spesso l’igiene delle mani non è abbastanza accurata. A dirlo però, non è il mascherone romano, ma il totem installato all’ingresso degli ospedali di Chieti, Lanciano, Ortona e Vasto nell’iniziativa promossa dal Gruppo operativo del Comitato per la lotta alle infezioni ospedaliere (Cio) della Asl in occasione della Giornata Mondiale per l’igiene delle mani.

Dopo che centinaia di persone tra i diversi presidi, nella giornata di ieri, hanno infilato la mano nella “bocca”, con un po’ di fluoresceina e il passaggio sotto la lampada a raggi ultravioletti, è emersa la verità: la maggior parte di noi pecca di superficialità proprio nel lavaggio delle mani, soprattutto sul dorso, infatti, si annida una grande quantità di microbi e batteri, nonostante il passaggio con acqua e sapone.

Basterebbe una maggiore accortezza, il problema può essere di facile rimedio, ma di fondamentale aiuto per abbattere le infezioni «il lavaggio delle mani - spiega Arturo Di Girolamo, referente infettivologo del gruppo operativo Cio - si è dimostrato una delle pratiche più efficaci per la riduzione delle infezioni correlate all'assistenza, infezioni che colpiscono fino al 7%, e a volte anche oltre, i malati ricoverati nelle strutture pubbliche e private».

Oltre alla simpatica iniziativa della bocca della verità, la giornata si è arricchita di momenti “colorati”, anche i bambini sono stati coinvolti per realizzare magliette, con le impronte delle loro mani.

A Lanciano gli ospiti del reparto Pediatria hanno realizzato cartelloni a tema con la giornata, ma sono stati tanti i bambini che hanno portato una nota di colore all’iniziativa, facendo anche da supporto al personale che ha illustrato i metodi più corretti per il lavaggio con l'acqua o con gli appositi gel e soluzioni alcoliche.

Un modo per continuare a ribadire l’importanza della prevenzione, il semplice gesto come quello del lavarsi le mani è il primo passo per combattere uno dei primi nemici in ambito ospedaliero. Per questo il gruppo Cio continua a farsi portavoce della campagna di sensibilizzazione rivolta ai pazienti, ma anche ai dipendenti, contro le infezioni che molto spesso mettono a rischio la salute e la riuscita degli interventi.

 

Francesca Stefano

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK