Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Da MirAl al sindaco: perché quelle sanzioni del 30% sull'ICI 2009?

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

LANCIANO - Arriva dall’associazione MirAl la richiesta al sindaco Mario Pupillo di fare luce sul perché sia arrivate sanzioni del 30% sugli importi dovuti per l’ICI per il 2009, anche a quei cittadini che avevano presentato osservazioni e perizie tecniche, seguendo le indicazioni contenuti in 2 atti di giunta comunale.

“Dal mese di novembre 2014 - dichiara il consigliere Alex Caporale - questa amministrazione comunale ha inviato lettere ai cittadini per l’accertamento ICI anno 2009, prevedendo nella stessa lettera sanzioni amministrative del 30% sugli importi dovuti. Numerosi sono stati i cittadini che avendo assolto e depositato osservazioni e perizie tecniche negli anni precedenti (come richiesto da ben 2 delibere di giunta) hanno quindi chiesto ai competenti Uffici Comunali di conoscere le motivazioni delle citate sanzioni ricevendo risposte diverse a seconda dell’Ufficio interpellato”.

“L’Associazione MirAl, quindi - si legge ancora nella nota - ha ritenuto di dover investire il sindaco di Lanciano della questione affinché sia fatta chiarezza e siano correttamente informati i cittadini sugli atti da compiere al fine di evitare ulteriori e gravose sanzioni chiedendo 1) i motivi delle sanzioni previste nelle lettere di accertamento ICI per l’anno 2009; 2) se le citate sanzioni devono essere pagate anche da quei cittadini che hanno presentato regolarmente osservazioni e/o perizie tecniche; 3) i termini precisi per i consequenziali adempimenti e tutto quanto possa risultare utile e chiaro a definire i corretti comportamenti da tenere da parte di quei cittadini che hanno come unico obiettivo il rispetto della legalità”.

Redazione

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK