Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

L’Estate Musicale Frentana esclusa dai fondi ministeriali del Fus

“L’ultima spiaggia è l’erogazione di fondi dalla Regione entro la fine dell’anno”

| di Redazione
| Categoria: Associazioni
STAMPA

LANCIANO – Ancora una volta una situazione difficile per un’importante istituzione come l’Estate Musicale Frentana che ripone la sua “ultima speranza” per non chiudere nell’assegnazione di un finanziamento considerevole per il Furc (Fondo Unico regionale per la cultura) entro la fine dell’anno, necessario per continuare dopo la perdita dei Fondi ministeriali messi a disposizione dal Fus.

“I fondi ministeriali (Fus) sono infatti strettamente legati a quelli regionali (Furc) pari lo scorso anno a soli 10 mila euro. Una valanga iniziata un anno fa proprio con questi fondi irrisori arrivati dalla Regione Abruzzo”. Preoccupazione e dispiacere affidati ad un comunicato trasmesso dall’associazione "Amici della Musica" ed emersi nel corso della riunione dei soci tenutasi proprio ieri sera, venerdì 18 novembre.

Dopo l’esclusione dell’Estate Musicale Frentana come manifestazione, dagli ultimi finanziamenti regionali che hanno visto invece coinvolti altre realtà artistiche tra cui alcune cittadine sono arrivate le dimissioni del Direttore artistico Luigi Piovano. “La decisione è frutto del mancato appoggio politico finanziario che ci fa muovere in un  ambito strettissimo ed anche, - commenta Piovano - forse figlio di una certa ignoranza nel non comprendere fino in fondo lo straordinario lavoro svolto in questi ultimi anni e la qualità dello stesso”.

Come si legge ancora nel comunicato, a completare l’anno artistico resterà il presidente Omar Crocetti; “Ora la situazione è insostenibile e non è possibile continuare nemmeno la programmazione dei prossimi concerti se non arriveranno i fondi PEG già deliberati, quelli promessi dai vertici regionali e quelli comunali che a tutt’oggi non sono pervenuti nelle casse dell’Associazione” - sottolinea il presidente dell’associazione “Amici della Musica”- Possiamo solo aspettare il 31 dicembre 2016 e sperare nell’erogazione del Furc, idoneo ad un nuovo salvataggio e con cui tornare dal Ministero anche con un nuovo progetto per rinegoziare il Fus per l’anno 2017, altrimenti la nostra storia finisce qui”.

A partecipare all’incontro anche il sindaco Mario Pupillo, che ha mostrato la sua vicinanza all’associazione, deciso a lavorare per il suo futuro. “Alla base di queste scelte – le parole di Pupillo - c’è la evidente incapacità della Regione Abruzzo di leggere l’effettiva qualità di questa istituzione e di riconoscere il suo lavoro di formazione. Io non ho paura di mettermi contro i vertici regionali - prosegue il sindaco - e farò di tutto per far capire a Luciano D’Alfonso la valenza dei corsi musicali estivi; chiederò 100 mila euro di FURC per compensare le mancanze di fondi degli ultimi due anni, sarà questo il mio compito, con un impegno preciso che prendo e chiedo al Presidente Crocetti, di venire con me al Ministero dei Beni Culturali, e riportare i finanziamenti del Ministero all’associazione, con un piano di salvataggio come già fatto nel 2010 e che prevede una intera riforma culturale anche per le altre istituzioni della città”.

Redazione

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK