Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Nuovo successo di pubblico per Faimarathon in Abruzzo

Circa 2500 visitatori tra le bellezze di 9 localita’ regionali

| di Fai Abruzzo e Molise
| Categoria: Associazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Sono stati circa 2500 i visitatori abruzzesi e di fuori regione che hanno partecipato all’edizione 2016 di FAIMARATHON – “Una giornata FAI d’Autunno alla scoperta di un’Italia diversa”, iniziativa promossa dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Il Gioco del Lotto in 9 città abruzzesi nella giornata di domenica scorsa e in contemporanea in 150 città italiane.

In ABRUZZO FAIMARATHON ha visto il coinvolgimento delle delegazioni di Pescara con il Gruppo FAI di Penne (a Pescara e Pianella), di Teramo con il Gruppo Giovani (a Civitella del Tronto e Colle S. Nicola), di Chieti (centro storico) e di L’Aquila (ad Avezzano Raiano, Tagliacozzo, Villalago e San Demetrio né Vestini): ognuna ha organizzato itinerari tematici per condurre i visitatori nei i luoghi più suggestivi del patrimonio storico locale, tra palazzi, chiese, teatri, giardini, cortili, spesso inaccessibili al pubblico, spesso poco conosciuti o appena restaurati.

“Siamo molto soddisfatti del crescente successo di questa iniziativa – ha dichiarato Massimo Lucà Dazio, Presidente regionale FAI Abruzzo e Molise – che, insieme alle Giornate FAI di Primavera, rappresenta l’occasione per visitare e vedere siti poco conosciuti o mai aperti. La risposta del pubblico, anche composto da giovani e da persone provenienti da fuori regione, conferma come ci sia gran desiderio di scoprire e di godere in ogni momento dell’anno l’Abruzzo più bello. Un successo reso possibile anche grazie al lavoro dei nostri tanti volontari e dei nostri Apprendisti Ciceroni®”.

Per tutto il mese di ottobre nell’ambito dell’iniziativa “Ricordiamoci di salvare l’italia” sarà possibile iscriversi al FAI ad una speciale quota di benvenuto, 29 euro anzichè 39: un gesto importante, un sostegno che aiuterà il Fondo Ambiente Italiano nelle sue attività di valorizzazione e conservazione del prezioso patrimonio artistico, paesaggistico, sociale e culturale del paese.

GLI ITINERARI IN ABRUZZO

Il percorso della Delegazione di Chieti “Dalla Chieti Medievale alla Teate Romana” ha saputo coinvolgere circa 450 persone, con un itinerario che si snodava tra Porta Pescara - Quartiere Trivigliano e la lavorazione della lana - Fontana dei Cannelli, Chiesa di Santa Maria del Tricalle.

La Delegazione di Pescara ha proposto ai circa 550 partecipanti il percorso “Passeggiata nella vecchia Pescara tra storia e cultura”, passeggiata storica e culturale che ha accompagnato nella vecchia città di Pescara alla riscoperta della storia del popolo abruzzese, grazie alle visite del Museo delle Genti d'Abruzzo, della casa natale del poeta Gabriele D' Annunzio, alla Cattedrale di San Cetteo e ai resti della Santa Gerusalemme, e nell’edificio dell’ex tribunale, oggi Mediamuseum, Museo Nazionale del Cinema e dell'Audiovisivo, del Teatro Michetti e dei Villini Liberty in via G. D’Annunzio. Le visite guidate sono state curate dagli Apprendisti Ciceroni® dell'Istituto IPssar “De Cecco” di Pescara e dell'Istituto Comprensivo “Montale-Carducci” di Pescara.

Ottimo risultato anche quello ottenuto dalla Delegazione FAI di Penne, che ha coinvolto circa 800 partecipanti nel percorso organizzato sul territorio della città di Pianella: l’itinerario “Alla riscoperta della città dell’olio” prevedeva una serie di tappe per riscoprire Pianella, città dell'olio, attraverso arte e gusto, con visite alla Chiesa di Santa Maria Maggiore, alla Chiesa di Sant’Antonio Abate e alla Chiesa di San Domenico; per poi accedere all’antico frantoio d’Annibale, dove i partecipanti hanno potuto degustare diverse  varietà di olio extravergine di oliva di produttori locali. L’itinerario prevedeva inoltre la visita al Palazzo della Cultura e al Museo M.A.C.A., e la visita esterna alle architetture dei numerosi edifici nobiliari presenti sul percorso.

Molto apprezzato dai partecipanti anche il percorso “Walking around Civitella: oltre le mura della città – fortezza” organizzato dal Gruppo FAI GIOVANI della Delegazione di Teramo a Civitella Del Tronto (Te), uno dei borghi più belli d’Italia. Il primo itinerario coinvolgeva il Santuario di S. Maria dei Lumi, l’Abbazia di S. Maria in Montesanto, Villa Avelardi, per valorizzare il patrimonio architettonico, artistico e naturalistico che caratterizza il territorio del comune di Civitella del Tronto. Il secondo percorso, organizzato in collaborazione col CAI (Club Alpino Italiano) della sezione di Teramo, prevedeva il trekking non agonistico dedicato alla scoperta del boscoso Colle San Nicola, sulla cui cima si trovano i resti dell’antica rocca medievale di Rocca Camilliana e la chiesa di origine duecentesca dedicata alla Madonna Assunta.

Circa 400 i partecipanti che hanno invece scelto i percorsi proposti dalla Delegazione dell’Aquila, che ha proposto visite ad Avezzano (“Le vie del Vento”, visite organizzate al Parco Eolico, Torre di Collarmele, Santuario di S. Maria delle Grazie, Cattedrali del Vento nel Parco Naturale Regionale Sirente Velino: passeggiata nel contesto del paesaggio carsico di Forca Caruso (1120 m s.l.m.) con una vista a 360° sull’antico bacino del lago del Fucino e sui monti della catena Velino Sirente), Raiano (“Il Ciclo dell’acqua ieri e oggi”, con visita al Chiostro delle Zoccolanti e all’ Acquedotto romano delle Uccole), S. Demetrio ne’ Vestini (“Quando l’acqua scava la roccia”, con la visita al lago Sinizzo e alle grotte di Stiffe), Tagliacozzo (“Passeggiata urbana nel vecchio borgo”: con le aperture di Chiesa e convento di S. Francesco, Chiesa dei SS. Cosma e Damiano, Chiesa di S. Pietro, Chiesa di S. Nicola, Chiesa di S. Egidio, Chiesa di S. Antonio Abate e Chiesa di S. Maria del Soccorso), Villalago (“Il ciclo dell’acqua e del mulino”, con le aperture dell’ Eremo di S. Domenico, Mulino e Gualchiera, dal lago di S. Domenico fino al lago Pio).

 

 

Fai Abruzzo e Molise

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK