Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!
Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Grande successo per la quinta edizione di Retrogusto

Tutti i numeri della rassegna targata Slow Food

| di Condotta Slow Food Lanciano
| Categoria: Associazioni | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

LANCIANO. Otto appuntamenti, 140 spettatori di media a serata, due cantine, otto ristoratori, oltre mille piatti serviti (ci sono stati parecchi bis!), cinque film e tre documentari. Sono i numeri di Retrogusto, la rassegna che racconta il mondo secondo Slow Food attraverso gli strumenti del cinema e del gusto, due elementi che da sempre si sposano perfettamente.

La manifestazione, giunta quest’anno alla sua quinta edizione, è terminata ieri, nonostante il maltempo, con l’ultima proiezione nel Teatro Fenaroli con il film di Paolo Virzì “Baci e abbracci” che Mediaset ha voluto gentilmente concedere gratuitamente all’associazione. Grandi sono stati la partecipazione e il gradimento da parte del pubblico in un crescendo di presenze e apprezzamenti e in un’atmosfera vivace, piena di spunti di riflessione e di convivialità.

La rassegna è stata la preziosa e al tempo stesso impegnativa eredità delle precedenti condotte di Slow Food Lanciano consegnata al nuovo gruppo dirigente di ragazzi e ragazze, tra cui il giovane fiduciario Michele Scutti. L’impegno della condotta che proprio in questo mese festeggia il primo anno di attività, è stato quello di coinvolgere maggiormente il territorio e di dare spazio anche a giovani professionisti che si affacciano nel mondo della gastronomia. Tra questi anche gli splendidi allievi dell’istituto alberghiero Marchitelli di Villa Santa Maria coordinati dall’insegnante e chef Ermanno Di Paolo.

Altro obiettivo della condotta Slow Food Lanciano era quello di conservare la funzione di insegnamento e riflessione della rassegna attraverso i documentari, di cui uno, Barolo Boys, ha anche visto la partecipazione del regista e autore, Tiziano Gaia. Allo stesso tempo si è strizzato l’occhio anche alla commedia e al genere di film di impegno sociale e ambientale tra cui si annovera la perla della pellicola “Even the rain” mai trasmessa in Italia e proiettata al Fenaroli in lingua originale. Retrogusto è quindi stata una conferma della qualità del passato e anche una piacevole scoperta sia per il pubblico che ha dimostrato di apprezzare tutte le novità apportate, che per gli stessi membri del direttivo.

“Sono stati otto appuntamenti intensi e molto partecipati – commenta il fiduciario della condotta frentana, Michele Scutti – il che ci ha riempiti di orgoglio e di ulteriore slancio per le prossime iniziative in programma. Un sentito ringraziamento va a tutti i produttori e agli sponsor che hanno fatto sì che questa manifestazione avesse luogo. La passione, professionalità, umanità e amore per le materie prime di tutti i protagonisti del dopo serata hanno donato un significato ancora più intenso a Retrogusto”. Slow Food è un’associazione no profit presente in 150 paesi del mondo che in Italia conta oltre 45mila soci, 283 condotte, 245 presìdi di cui ben dieci in Abruzzo, 236 comunità del cibo, 31 mercati della Terra e 487 orti. L’associazione fondata da Carlo Petrini nel 1989 si impegna a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Il tutto anche attraverso eventi che favoriscono l’incontro, il dialogo, la gioia di stare insieme, così come è stata la rassegna di Retrogusto. Perché dare il giusto valore al cibo, vuol dire anche dare la giusta importanza al piacere, imparando a godere della diversità delle ricette e dei sapori, a riconoscere la varietà dei luoghi di produzione e degli artefici, a rispettare i ritmi delle stagioni e del convivio.


Questi gli sponsor della manifestazione: Codice Citra, Casal Thaulero, Sangritana Viaggi, Dell’Aventino mangimi.

Questi i ristoranti, strutture e locali coinvolti: Ai vecchi sapori, Lanciano; La Torre, Lanciano; Essenza Cucina di mare, San Vito Chietino; Al vecchio teatro, Ortona; Istituto Professionale di Stato per i servizi alberghieri Giovanni Marchitelli, Villa Santa Maria; La Castellana, Atessa; Ristoro dei paladini, Tornareccio; Fragranze, Orsogna; Pazzarie, Lanciano

Condotta Slow Food Lanciano

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK