Rimani sempre aggiornato sulle notizie di lancianonews.net
Diventa nostro Fan su Facebook!

Al Teatro Studio Lanciano la prima italiana di "Tanos"

Sabato 25 febbraio la prima teatrale dello spettacolo di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, diretto dal Maestro Alessandro D'Alatri, con musiche del Maestro Giovanni Sabella

| di Francesca Torriero
| Categoria: Arte e cultura
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

LANCIANO - Sabato 25 febbraio, presso il Teatro Studio Lanciano, andrà in scena la prima italiana dello spettacolo teatrale "Tanos", di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, diretto dal Maestro Alessandro D'Alatri, con le musiche originali del Maestro Giovanni Sabella.

Lo spettacolo teatrale, che nel luglio 2016 ha già debuttato in Argentina riscuotendo grande successo di pubblico e di critica, è stato ora riallestito e prodotto dal Teatro Studio Lanciano, per poi andare in scena nei teatri di Pescara, Chieti, Vasto, Udine, Milano e Roma. Ad agosto sarà in tournè nelle piazze di Buenos Aires, Rosario, Bahia Blanca, e Mendoza, in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires diretto dalla Dott.ssa Maria Mazza, con il Console Generale d'Italia a Rosario Dott. Giuseppe D'Agosto e con il Presidente della "Famiglia Abruzzese" di Rosario Cav. Marcelo Castello.

Questa è la storia di Domenico e Rosa, due giovani sposi italiani emigrati in Argentina nel 1950: essendo abruzzesi, non abbandonano il loro idioma, che se da un lato rappresenta l'origine, il rifugio salvifico, l'identità riaffermata, dall'altro rappresenta anche l'emarginazione e il disprezzo per loro, che nel 1950 sono senza lavoro, ma pieni di ambizioni. La nuova vita diventa un sogno ad occhi aperti, di cui lo spettacolo ne conserva la struttura ambigua e sfuggente, e l'Argentina diventa una terra da conquistare, trovare un buon lavoro, costruirsi una casa e farla finita con l'Abruzzo.

Grande la soddisfazione per Stefano Angelucci Marino:

"Tanos è lo spettacolo che rappresenta il senso forte del nostro lavoro. Questo ponte con l'Argentina, questo essere connessi con vite, esperienze ed esigenze legate all'avventura della emigrazione italiana, è per noi sostanza assoluta dell'azione teatrale che sviluppiamo giorno per giorno."
 
 

Francesca Torriero

Contatti

redazione@lancianonews.net

Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK